6 False Credenze sulla Protesi Capillare

False credenze sulla protesi capillare! Questo è l’argomento di cui ti voglio parlare in questa settimana.

Ti ho raccontato nei precedenti articoli, la storia di miei clienti che si sono affidati a me per la consulenza e l’applicazione della loro protesi capillare Capelli For You.

Alcuni di loro hanno preso questa decisione dopo anni in cui avevano tentato altre strade. Altri dopo aver fatto lunghi ragionamenti e ricerche.

Altri ancora invece, quando hanno capito che il giudizio della gente trova il tempo che trova e pesa se davvero vogliamo dargli valore.

Questa settimana voglio parlarti dei principali motivi o pensieri limitanti, che frenano molte persone dal valutare di mettere un impianto capillare.

Come consulente ed esperta qualificata in applicazione di protesi capillare, ho avuto modo di parlare con molte persone che affrontano il problema della calvizie.

Ho potuto constatare quali sono le false credenze che impediscono a queste persone di tornare ad amarsi e ad essere felici.

Per te, ho raccolto alcune di queste false credenze (6 per l’esattezza), che hanno vissuto alcuni dei miei clienti che poi hanno fatto l’impianto con Capelli For You.

La prima delle false credenze: Sembra un parrucchino

Per molti è vissuta come qualcosa di artefatto e ridicolo. Tutto ciò a causa dei vecchi parrucchini, che erano totalmente innaturali e mobili da essere stati usati in molti spettacoli televisivi e teatrali come elemento per una battuta facile ed una risata scomposta.

In effetti ho visto protesi capillari con una densità capillare pari al 100% su tutta la testa, cosa del tutto innaturale se paragonata alla densità di capelli che vediamo su una testa naturale.

Ecco perché in fase di consulenza decidiamo e analizziamo insieme al cliente il tipo di densità che varierà a seconda della zona della testa.

La morfologia dell’attaccatura dei capelli viene realizzata su misura, in ogni zona della testa, in modo tale da risultare esattamente uguale a com’era prima della caduta.

Ad esempio solitamente nella parte davanti e laterale dell’attaccatura la densità capillare varia da un 60% ad un 80%. Il 100% della densità la troviamo solo al centro della testa.

Seconda delle false credenze: La protesi si muove

Per le persone sportive o molto dinamiche nasce la paura della mobilità della protesi capillare.

È insidiata in loro la convinzione che ci sia il rischio che la protesi capillare si sposti o stacchi durante l’attività sportiva, o semplicemente hanno paura di prendere dentro i capelli e la protesi si sposti.

Con l’impianto capillare Capelli For You, questo problema non sussiste, la nostra protesi con la membrana Quinta Dimensione viene ancorata sulla cute con collanti speciali a prova di sudore, acqua, cloro delle piscine…

Quinta Dimensione ha lo stesso spessore e la stessa elasticità di uno strato di pelle. In questo modo membrana e pelle saranno una cosa sola, così da scongiurare del tutto il pericolo scollamenti.

La terza delle false credenze: La protesi non lascia respirare la cute

Molti miei clienti avevano paura di avere protesi che non consentano una traspirazione adeguata della cute e causino conseguentemente un ristagno di sebo e sudore tale da provocare possibili irritazioni temporanee del cuoio capelluto. 

Questo succede se la base della protesi è fatta da materiali non traspiranti e non anallergici, per questo che è importante in fase di consulenza capire il tipo di collante da usare.

Quarta falsa credenza: Molti immaginano una manutenzione della protesi complicata o costosa

In fase di consulenza molti miei clienti esprimono preoccupazione in merito alla manutenzione e la pulizia della protesi.

È evidente che, anche nel caso di materiali anallergici e traspiranti, l’uso delle colle richiede una pulizia e un’igiene costanti.

Per igiene costante, nel caso delle protesi Capelli For You si parla di una volta al mese.

Pulizia che viene fatta nel mio salone Carisma Style e dove, in quell’occasione si sperimenta una piega o acconciatura nuova per le donne.

In pratica si gode dello stesso piacere che si prova ad andare dalla parrucchiera o dal barbiere, nel caso dei maschietti, per la classica sistemata mensile.

Un gesto di velleità che per molti manca da tantissimo tempo o addirittura non vi è mai stato.

La quinta delle false credenze: Costa troppo

Questa è una delle false credenze più comuni. Molti si rivolgono a me proprio con il timore che la cifra che gli verrà proposta per l’impianto sia esagerata e fuori dalla loro portata.

Al contrario di questo scenario che si immaginano, si prospetta davanti loro la possibilità di risolvere un problema ad un costo che varia a seconda di vari fattori:

  • Tipo di capello utilizzato; asiatico, indiano europeo.
  • Densità capillare
  • Lunghezza del capello
  • Tipologia di innesto nella membrana

Le varianti sono tante, ma da quello che spesso ne viene fuori è che il costo dell’impianto è nettamente inferiore ai soldi spesi dalla maggior parte dei miei clienti che hanno provato cure o altre protesi senza avere il risultato sperato.

Senza contare, oltretutto, il tempo passato in fase di tristezza, frustrazione e senso di vergogna e inadeguatezza che ha fatto vivere a molti di loro lunghi periodi di depressione.

A paragone il tornare ad essere felici e avere una vita normale stando a proprio agio in mezzo alla gente non ha prezzo.

Sesta delle false credenze: La paura del giudizio della gente

La metto come sesta falsa credenza, ma probabilmente è una dei principali motivi di chi rinuncia alla protesi capillare per il semplice fatto di sentirsi bene con sé stesso.

Come se la gente davvero penserà e giudicherà lui/lei per tutta la vita a causa di questa scelta.

Ti svelerò un segreto: parlerà solo perché sei la novità del momento, ma appena passeranno tre giorni la loro attenzione passerà ad altro.

La paura del giudizio altrui è uno dei primi pensieri che sfiora chi vuole fare il passo dell’impianto, l’ho vissuto con mio marito in prima persona.

Se non l’hai ancora fatto ti invito a leggere l’articolo Ho Cambiato la Vita di mio Marito con la Protesi Capillare, dove ti racconto come abbiamo affrontato questa paura con mio marito.

Come consigliai a lui a suo tempo lo faccio tutt’oggi con i miei clienti.

Dico loro di preparare al cambiamento amici, parenti, colleghi di lavoro, nel periodo in cui attendono la loro protesi capillare.

Poi, dopo averla messa, si faranno vedere la prima volta da chi realmente il giudizio ha peso: il consorte, il genitore, l’amico/a del cuore.

Quando si avranno parole di incoraggiamento da queste persone, “tutto il resto è noia”, come direbbe il grande Califano.

Anche tu ti sei ritrovato in queste false credenze? Hai dei dubbi e domande in merito all’impianto capillare Capelli For You? Vuoi prenotare una CONSULENZA con me o scrivermi delle domande?

Ti esorto a farlo! Non lasciare che questi pensieri si insidino nella tua testa e ti impediscano di prendere la decisione giusta per la tua felicità.

Nel mio salone Carisma Style ENTRI COME SEI, ESCI COME VUOI.

Alla prossima.
Grazia❤️